La danza classica è da sempre considerata la più sublime delle arti, un’arte in grado di comunicare emozione e sentimento. Anche medici e fisiatri la considerano una delle discipline migliori per la crescita del corpo, per svilupparlo in maniera sana, equilibrata, completa, e migliorarne la postura.

E’ inoltre un'ottima "base" per tutte le altre discipline, una base per approcciarsi in modo corretto ad altri generi e soprattutto una preparazione imprescindibile per chi vuole fare dì questa arte la sua professione. Infatti, la Danza Classica e’ considerata universalmente la madre di tutte le tecniche e di tutti gli stili.

La scuola di danza Studio D propone per i più piccoli (dai 3 ai 5 anni) un corso propedeutico per l'avviamento alla danza, con un programma ludico-motorio speciale per il bambino, che attraverso il gioco, la fiaba, il ritmo, riesce a scoprire l'uso del proprio corpo e il movimento con l'utilizzo espressivo della propria fantasia.

Verso i 5-6 anni si propone al bambino un primo vero approccio alla danza, non più soltanto creativo, ma anche tecnico e di studio.

I corsi continuano poi in progressione didattica, accompagnando gli allievi lungo un percorso di studio vario e stimolante, regolato da obiettivi che tengono conto della potenzialità, della volontà e delle aspettative di ogni singolo allievo.

Lo studio della tecnica delle punte non inizia prima dei 9-10 anni, a discrezione dell'insegnante ed in base allo sviluppo fisico dell'allievo e delle sue attitudini.

Un inserimento delle punte troppo precoce (5-7 anni), potrebbe provocare gravi danni al fisico così malleabile del bambino, con conseguenze muscolo-scheletriche importanti quali scoliosi, problemi alle ginocchia e traumi che se non adeguatamente corretti, potrebbero portare a conseguenze irreversibili.

Obiettivi specifici Danza Classica

DANZA CLASSICA

Relativamente all’indirizzo della danza classica il percorso di studio privilegia l’acquisizione dei seguenti obiettivi formativi:

1. La conoscenza della tecnica della danza classica nello sviluppo metodologico
2. La conoscenza del repertorio della danza classica nei suoi aspetti pratici, teorici e analitici
3. L’applicazione della tecnica della danza classica nei suoi aspetti metodologici riferiti all’arte coreografica.

Sbocchi professionali

L'indirizzo di danza classica offre allo studente le competenze necessarie per intraprendere lo studio professionale di docente di danza classica.

Cenni storici sulla Danza Classica

danza classica

La danza classica o danza accademica si serve della tecnica accademica che si è sviluppata a partire dal 1661, anno in cui Luigi XIV di Francia fondò a Parigi la prima accademia di danza (Académie Royale de danse) con l’intento di diffondere e sviluppare i principi fondamentali dell’arte coreografica. Fu in questo periodo che lavorò il coreografo Pierre Louis de Beauchamps, che ha codificato le cinque posizioni classiche (già stabilite in precedenza dai maestri di ballo del Quattrocento e del Cinquecento), assumendole a regola per iniziare e terminare i passi e ha fissato le regole per l'esecuzione dei principali passi di danza allora conosciuti stabilendone anche la terminologia. Per questo motivo i passi della danza accademica sono nominati in lingua francese. I metodi di insegnamento sono vari: c'è il metodo russo, che porta il nome della danzatrice e maestra Agrippina Vaganova, quello inglese, della Royal Academy of Dance, quello danese, ideato dal grande coreografo August Bournonville nel XIX secolo, infine quello italiano, denominato metodo Cecchetti, dal maestro Enrico Cecchetti. Il metodo americano, il più recente, deriva dalla scuola russa importata in America dal grande coreografo George Balanchine.

STUDIO D | 5, Via Ludovico Buglio - 90146 Palermo (PA) - Italia | P.I. 04453850820 | Tel. +39 091 6718774   - Cell. +39 320 6134020 | delfina5@hotmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy